BABES IN HORRORLAND di Consuelo Giorgi

di PERFORMARTGALLERY

Cinema - Fotografia – Pensiero - Carne
Sono due dei suoi video-lavori a creare le immagini presenti nella mostra, “Cinema Strange” e “Congiunzione”. Il primo, presente in proiezione assieme a “Dying Sweet Water” è un’omaggio alla messa in scena, al cinema come entità, come forza “oscura”. Nel secondo invece troviamo una ragazza gravida perseguitata da se stessa, dal suo ruolo. Il tutto accompagnato da musica Ambient-Industrial-Noise. Il cinema di Consuelo è onirico ma allo stesso tempo riesce ad essere anche molto diretto, spinto verso tematiche “fisiche”.

Il corpo come protesi sinistra della mente, il corpo vive, si ammala, muore, più per processo meccanico che per natura. Da qui ecco che l’immagine in movimento diventa “still” ma non per questo priva di profondità. L’immagine come fotogramma ritagliato ed incorniciato, perdendo concezione della corretta velocità di proiezione. I suoi films vengono diretti, montati e poi distrutti per trovare un nuovo ordine, un nuovo corpo, nel “frame”. Il frame che vive di vita propria decontestualizzato al video, per la consapevolezza di una realtà frammentaria ed approssimativa, percepita sia come sogno che come incubo.Nell’immaginario fotografico di Consuelo i corpi, le locations diventano incollocabili e impossibili.

Ogni soggetto occupa e allo stesso tempo abbandona il proprio spazio. In “Cinema Strange” ad esempio, i corpi immortalati nelle Polaroid un po sbiadite, in un’atmosfera “Lynchiana”, sembrano stiano per subire una qualche mutazione fisica che li renda nuovamente cinematografici, visto che ci fanno credere che ci sia o che ci sia stato un prima e un dopo lo scatto. Nei lavori inerenti invece il video “Congiunzione” troviamo una “Dead Doll” quasi soddisfatta dall’esser fotografata in una posa “spiacevole”. Più che orrorifico, il mondo della Giorgi è piuttosto surrealistico. La modella “Diva” sembra prigioniera e sottomessa dal proprio primo piano. Infine una gestante (body-double della protagonista del video) con maschera veneziana in posa da pin-up, sembra porci una domanda: Lo spirito è veramente scindibile dal corpo?

Una realtà tutta distorta ed ambigua dove persone e personaggi si fondono, perdendo identità e forma, con al centro la femminilità sempre più mercificata e logora. Sono queste le “Babes in Horrorland” figure e non figure stilizzate, ma quotidiane.
TMOTC
Consuelo Giorgi nasce a La Spezia nel 1978. Nel 1996 si diploma presso il liceo artistico di Carrara, dove comincia a manifestare il suo interesse per la fotografia. In seguito si trasferisce a Londra, dove lavora come tatuatrice e piercer. Rientra in Italia nel 2001 per iscriversi all’Accademia delle Belle Arti di Carrara dove nel 2005 si laurea in Arti Multimediali. Nel 2003 comincia a realizzare cortometraggi low-budget ispirati al cinema horror ed ai B-Movies in genere (sua grande passione) già influenzati però dalla video arte, che in seguito diventerà il punto focale di tutta la sua opera.

FILMOGRAFIA ESSENZIALE
Porn For Alien (2003)
Killing Ofelia (2003)
You Create Me And Now You Hate Me (2003)
Puzzle (2004)
Incubatrice (2004)
TV Conspiracy (2004)
Sick And Twisted (2005)
Cinema Strange (2006)
Dying In Sweet Water (2006)
Congiunzione (2007)

MOSTRE E CONCORSI PRINCIPALI
Fantastic Film Festival in Manchester UK 2004 (Vincitrice)
Biennal art exhibition of Art Academy of Carrara (MS) - July 2005
Torino Horror Festival 2006 (Finalista)
Video Punto Zero - Video Art Exhibition Torino 2007
TMOTC (The Manipulation Of The Colours)

TMOTC nasce a La Spezia nel 1978. Appassionato di cinema e musica, nel 1999 da vita al progetto TEATROTETRO atto a descrivere l’ambiguità della natura umana attraverso musica sperimentale, realizzando delle ipotetiche soundtracks ispirate ad alcuni suoi scritti con suoni che spaziano dalla musica concreta, passando per l’ambient, industrial e noise elettronico, il video caratterizzato da immagini confuse volto ad accompagnare l’atmosfera musicale e la letteratura, producendo sempre in proprio un libro composto da poesie scritte in diversi periodi, assemblate per mezzo del cut-up in modo da costruire una storia compiuta, quasi romanzata. Nel 2005 ha cominciato a collaborare con Consuelo Giorgi, in qualità di co-montatore e realizzatore di colonne sonore per i suoi video lavori.

BIBLIOGRAFIA
Opacizzazione (1999)

DISCOGRAFIA
Post Porno (1999)
Pre-Morte e Distruzione in Galassia del Festeggiante (2000) (Distribuito in UK dalla PEOPLESOUND)
Cold (2002)
Dimora (2004)
Teatrotetro (2004)
Due Esseri Amanti (2005)
Qwerty (2007)
Plastic (2007)
Rappresentazione Manipolata di un Carattere (2008)


PerForm Contemporary Art
Via XXIV Maggio 57 La Spezia
www.performgallery.it
Opening 15 Marzo 2008 h. 18-21
Fino al 31 Agosto 2008

Commenti